Psaumes 22:1-3
1
Al maestro del coro. Sul motivo: »La cerva dell’aurora«. Salmo di Davide Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? Perché sei cosí lontano e non vieni a liberarmi, dando ascolto alle parole del mio gemito?
2
O DIO mio, io grido di giorno, ma tu non rispondi, e anche di notte non sto in silenzio.
3
Eppure tu sei il Santo, che dimori nelle lodi d’Israele.
Psaumes 30:7
O Eterno per il tuo favore, avevi reso forte il mio monte; tu nascondesti la tua faccia, e io rimasi smarrito.
Psaumes 30:8
Io ho gridato a te, o Eterno, ho supplicato l’Eterno,
Psaumes 34:6
Quest’afflitto ha gridato, e l’Eterno lo ha esaudito e l’ha salvato da tutte le sue avversità.
Psaumes 50:15
Invocami nel giorno dell’avversità, io ti libererò e tu mi glorificherai«.
Psaumes 118:5
Nell’angoscia invocai l’Eterno, e l’Eterno mi rispose e mi trasse al largo.
Psaumes 130:1
Canto dei pellegrinaggi. Da luoghi profondi io grido a te, o Eterno.
Psaumes 130:2
O Signore, ascolta il mio grido; siano le tue orecchie attente alla voce delle mie suppliche.
2 Chroniques 33:12
Quando si trovò nell’avversità, egli implorò l’Eterno, il suo DIO, e si umiliò profondamente davanti al DIO dei suoi padri.
2 Chroniques 33:13
Quindi lo pregò e lo supplicò e DIO ascoltò la sua supplica e lo ricondusse a Gerusalemme nel suo regno. Allora Manasse riconobbe che l’Eterno è DIO.
Esaïe 37:15-20
15
Quindi Ezechia pregò l’Eterno, dicendo:
16
»O Eterno degli eserciti, DIO d’Israele, che siedi tra i cherubini, tu sei DIO, tu solo, di tutti i regni della terra, tu hai fatto i cieli e la terra.
17
Porgi il tuo orecchio, o Eterno, e ascolta, apri i tuoi occhi, o Eterno, e vedi. Ascolta tutte le parole di Sennacherib che ha mandato a dire per insultare il DIO vivente.
18
In verità, o Eterno, i re di Assiria hanno devastato tutte le nazioni e i loro paesi
19
e hanno gettato nel fuoco i loro dèi, perché quelli non erano dèi, ma opera delle mani dell’uomo, legno e pietra; per questo li hanno distrutti.
20
Ma ora, o Eterno, DIO nostro, liberaci dalle sue mani, affinché tutti i regni della terra conoscano che tu solo sei l’Eterno«.
Esaïe 38:1-3
1
In quel tempo Ezechia si ammalò mortalmente. Il profeta Isaia, figlio di Amots, si recò da lui e gli disse: »Cosí parla l’Eterno: Metti in ordine la tua casa, perché morirai e non guarirai«.
2
Ezechia allora voltò la faccia verso la parete e pregò l’Eterno:
3
»Ti supplico, o Eterno, ricordati come ho camminato davanti a te con fedeltà e con cuore integro e ho fatto ciò che è bene ai tuoi occhi«. Poi Ezechia diede in un gran pianto.
Jean 2:2
Or anche Gesú fu invitato alle nozze con i suoi discepoli.
Psaumes 6:4
Volgiti a me, o Eterno libera l’anima mia; salvami, per amore della tua benignità.
Psaumes 22:20
Libera la mia vita dalla spada, l’unica mia vita dalla zampa del cane.
Psaumes 25:17
Le angosce del mio cuore sono aumentate; liberami dalle mie avversità.
Psaumes 40:12
Poiché mali innumerevoli mi circondano; le mie iniquità mi hanno raggiunto e non posso vedere; sono piú numerosi dei capelli del mio capo, e il mio cuore vien meno.
Psaumes 40:13
Degnati, o Eterno, di liberarmi. O Eterno, affrettati in mio aiuto,
Psaumes 142:4-6
4
Guardo alla mia destra ed ecco: non vi è alcuno che mi riconosca; ogni via di scampo è preclusa; nessuno si prende cura della mia vita.
5
grido a te, o Eterno, e dico: »Tu sei il mio rifugio, la mia parte nella terra dei viventi.
6
Presta attenzione al mio grido, perche sono ridotto agli estremi; liberami dai miei persecutori, perché sono piú forti di me.
Psaumes 143:6-9
6
Protendo le mie mani verso di te, la mia anima è assetata di te, come una terra arida. (Sela)
7
Affrettati a rispondermi, o Eterno, lo spirito mio viene meno; non nascondermi il tuo volto, perché non divenga simile a quelli che scendono nella fossa.
8
Fammi sentire la tua benignità al mattino, perché io confido in te; fammi conoscere la via per la quale devo camminare, perché io elevo la mia anima a te.
9
Liberami dai miei nemici, o Eterno, in te mi nascondo.
Luc 18:13
Il pubblicano invece, stando lontano, non ardiva neppure alzare gli occhi al cielo; ma si batteva il petto, dicendo: »O Dio, sii placato verso me peccatore«,
Luc 23:42
Poi disse a Gesú: »Signore, ricordati di me quando verrai nel tuo regno«.
Luc 23:43
Allora Gesú gli disse: »In verità ti dico: oggi tu sarai con me in paradiso«.