Top Panel
jeudi, 20 février 2020
- - - - - -

BethYeshoua

Assemblée-Messianique

S'abonner

Shalom, Inscrivez-vous à l'une de nos newsletters
Recevoir captcha  Conditions d'utilisation
Vérifiez votre boite de réception. Si vous n'avez pas reçu de notification après votre inscription, écrivez-nous à
A+ R A-
  • Shemot : comment construire un peuple

    La parasha dans un contexte messianique

  • Téléchargement libre en PDF

    Téléchargez nos documents PDF (optimisé pour Chrome)

  • Connectez-vous

    Inscription ou connection à tout moment

  • Notre chaîne multimédia

    Toutes nos vidéos par catégorie

  • Comptoir d'église

    Nos livres et nos produits d'Israël (bientôt)

  • Sur Youtube : Analyse hébraïque des Psaumes

    Les Psaumes, verset par verset, mot par mot

  • Messages, études, vidéos, pdf

    Cours d'hébreu, études de Daniel Steen

GTranslate

frarnlendeiwitplptruesyi

Suivez-nous sur Youtube

La parasha messianique pour les nuls

Calendrier juif 5780

Evénements proches

Ven Fév 21 @19:00 - 08:30PM
Erev Shabbat - Tephilah
Ven Fév 21 @20:30 - 10:30PM
27 Shevat 5780 PARASHAT 18 MISHPATIM
Sam Fév 22 @14:00 - 03:15PM
HAFTARAH (27 Shevat 5780) PARASHAT 18 MISHPATIM
Sam Fév 22 @16:00 - 06:00PM
Service de Shabbat
Sam Fév 29 @12:30 - 02:30PM
4 ADAR 5780 PARASHAT 19 TEROUMA
Sam Fév 29 @16:00 - 06:00PM
Service de Shabbat
Cliquez ici pour Abonnez-vous

Esaïe chapitre 57

Version Bible
Livre
Chapitre
1
Il giusto muore ma nessuno vi bada; gli uomini pii sono portati via, e nessuno considera che il giusto è portato via davanti al male.
2
Egli entra nella pace; quelli che hanno camminato nell’integrità riposano sui loro letti.
3
Ma avvicinatevi qui, voi figli della incantatrice, progenie dell’adultero e della prostituta.
4
Di chi vi burlate? Contro chi allargate la bocca e cacciate fuori la lingua? Non siete voi figli della ribellione, progenie della menzogna,
5
voi, che vi infiammate fra le querce sotto ogni albero verdeggiante, che scannate i figli nelle valli, nelle fessure delle rocce?
6
La tua parte è fra le pietre lisce del torrente; esse, proprio esse sono la tua porzione; anche ad esse hai versato libazioni, e hai portato oblazioni di cibo. Potrei io trovare conforto in queste cose?
7
Tu hai posto il tuo letto su un monte alto ed elevato, e anche là sei salita per offrire sacrifici.
8
Hai posto i tuoi simboli idolatri dietro le porte e dietro gli stipiti. Lontano da me ti sei scoperta e sei salita da loro; hai allargato il tuo letto e hai fatto un patto con loro, hai amato il loro letto, mirando al loro potere.
9
Sei andata dal re con l’olio, moltiplicando i tuoi profumi; hai mandato lontano i tuoi messaggeri e ti sei abbassata fino allo Sceol.
10
Per i molti tuoi viaggi ti sei affaticata, ma non hai detto: »E’ inutile«. Hai trovato ancora vigore nella tua mano, e perciò non ti senti esausta.
11
Chi hai temuto, di chi hai avuto paura per mentire, non ricordarti di me e non pensare piú a me? Non sono io rimasto in silenzio per molto tempo? Per questo non mi temi piú.
12
Io proclamerò la tua giustizia e le tue opere, che non ti gioveranno nulla.
13
Quando griderai, venga a salvarti la folla dei tuoi idoli. Il vento li spazzerà via tutti, un soffio li porterà via. Ma chi si rifugia in me possederà il paese ed erediterà il mio santo monte.
14
E si dirà: »Appianate, appianate, preparate la via, rimuovete gli ostacoli dalla via del mio popolo!«.
15
Poiché cosí dice l’Alto e l’Eccelso, che abita l’eternità, e il cui nome è Santo »Io dimoro nel luogo alto e santo e anche con colui che è contrito e umile di spirito, per ravvivare lo spirito degli umili, per ravvivare lo spirito dei contriti.
16
Poiché io non voglio contendere per sempre né essere adirato in eterno, altrimenti davanti a me verrebbero meno lo spirito e le anime che ho fatto.
17
Per l’iniquità della sua cupidigia mi sono adirato e l’ho colpito, mi sono nascosto, mi sono indignato; ma egli si è allontanato seguendo la via del suo cuore.
18
Ho visto le sue vie, ma io lo guarirò, lo guiderò e ridarò le mie consolazioni a lui e ai suoi che sono afflitti.
19
Io creo il frutto delle labbra. Pace, pace a chi è lontano e a chi è vicino«, dice l’Eterno. »Io lo guarirò«.
20
Ma gli empi sono come il mare agitato, che non può calmarsi e le cui acque vomitano melma e fango.
21
»Non c’è pace per gli empi«, dice il mio DIO.

FORUM - Derniers messages

  • Pas de messages à afficher

Qui est en ligne ?

Nous avons 433 invités et un membre en ligne