Top Panel
mercredi, 26 février 2020
- - - - - -

BethYeshoua

Assemblée-Messianique

S'abonner

Shalom, Inscrivez-vous à l'une de nos newsletters
Recevoir captcha  Conditions d'utilisation
Vérifiez votre boite de réception. Si vous n'avez pas reçu de notification après votre inscription, écrivez-nous à
A+ R A-
  • Shemot : comment construire un peuple

    La parasha dans un contexte messianique

  • Téléchargement libre en PDF

    Téléchargez nos documents PDF (optimisé pour Chrome)

  • Connectez-vous

    Inscription ou connection à tout moment

  • Notre chaîne multimédia

    Toutes nos vidéos par catégorie

  • Comptoir d'église

    Nos livres et nos produits d'Israël (bientôt)

  • Sur Youtube : Analyse hébraïque des Psaumes

    Les Psaumes, verset par verset, mot par mot

  • Messages, études, vidéos, pdf

    Cours d'hébreu, études de Daniel Steen

Suivez-nous sur Youtube

La parasha messianique pour les nuls

Calendrier juif 5780

GTranslate

frarnlendeiwitplptruesyi

Evénements proches

Ven Fév 28 @20:30 - 10:30PM
Parasha analytique TEROUMA
Sam Fév 29 @12:30 - 02:30PM
4 ADAR 5780 PARASHAT 19 TEROUMA
Sam Fév 29 @16:00 - 06:00PM
Service de Shabbat
Sam Mar 07 @12:30 - 02:30PM
11 ADAR 5780 PARASHAT 20 TETSAVE
Sam Mar 07 @16:00 - 06:00PM
Service de Shabbat
Cliquez ici pour Abonnez-vous

Ecclesiaste chapitre 7

Version Bible
Livre
Chapitre
1
Un buon nome è preferibile a un olio profumato, e il giorno della morte meglio del giorno della nascita.
2
E’ meglio andare in una casa dove c’è lutto, che andare in una casa dove si fa festa, perché quella è la fine di ogni uomo, e chi vive vi porrà mente.
3
La tristezza è preferibile al riso, perché davanti a un volto triste, il cuore diventa migliore.
4
Il cuore del saggio è in una casa di lutto, ma il cuore degli stolti è in una casa di allegria.
5
E’ meglio per qualcuno ascoltare la riprensione del saggio che ascoltare il canto degli stolti
6
perché com’è il crepitìo dei pruni sotto una pentola, cosí è il riso dello stolto. Anche questo è vanità.
7
Certo l’oppressione rende insensato il saggio, e il regalo fa perdere il senno.
8
Meglio la fine di una cosa che il suo inizio, e meglio il paziente di spirito che il superbo di spirito.
9
Non affrettarti nel tuo spirito ad adirarti, perché l’ira alberga nel seno degli stolti.
10
Non dire: »Come mai i giorni passati erano migliori di questi?«, perché non è saggio fare una tale domanda.
11
La sapienza è buona assieme a un patrimonio ed è vantaggiosa per quelli che vedono il sole.
12
Poiché la sapienza è un riparo come lo è il denaro; ma l’eccellenza della conoscenza sta in questo: la sapienza fa vivere quelli che la possiedono.
13
Considera l’opera di DIO: chi può raddrizzare ciò che egli ha fatto storto?
14
Nel giorno della prosperità sii allegro, ma nel giorno dell’avversità rifletti. DIO ha fatto tanto l’uno che l’altro, perché l’uomo non scopra nulla di ciò che accadrà dopo di lui.
15
Ho visto di tutto nei giorni della mia vanità. C’è il giusto che perisce nella sua giustizia e c’è l’empio che vive a lungo nella sua malvagità.
16
Non essere troppo giusto né eccessivamente saggio. Perché vorresti distruggerti?
17
Non essere troppo malvagio e non essere stolto. Perché vuoi morire prima del tuo tempo?
18
E’ bene che tu stia aggrappato a questo e che non ritragga la mano da quello, perché chi teme DIO eviterà tutte queste cose.
19
La sapienza rende il saggio piú forte di dieci potenti in una città.
20
Non c’è infatti alcun uomo giusto sulla terra, che faccia il bene e non pecchi.
21
Inoltre non fare attenzione a tutte le parole che si dicono, per non sentirti maledire dal tuo servo
22
perché anche il tuo cuore sa che tu stesso hai molte volte maledetto altri.
23
Io ho esaminato tutto questo con sapienza. Ho detto: »Diventerò saggio«; ma la sapienza è ben lontana da me.
24
Una cosa che è tanto lontana e tanto profonda, chi la può trovare?
25
Allora ho applicato il mio cuore per conoscere, per investigare e per ricercare la sapienza e la ragione delle cose e per conoscere la malvagità della follia e la stoltezza della pazzia;
26
e ho trovato una cosa piú amara della morte: la donna il cui cuore è lacci e reti, e le cui mani sono catene. Chi è gradito a DIO le sfugge, ma il peccatore sarà preso da lei.
27
Ecco ciò che ho trovato«, dice il Predicatore, »esaminando le cose una ad una, per trovare la ragione.
28
Ciò che io cerco ancora, ma non ho trovato: un uomo fra mille lo trovato ma una donna fra tutte queste non l’ho trovata.
29
Ecco, solo questo ho trovato: DIO ha fatto l’uomo retto, ma gli uomini hanno ricercato molti artifici.

FORUM - Derniers messages

  • Pas de messages à afficher

Qui est en ligne ?

Nous avons 168 invités et aucun membre en ligne