Top Panel
lundi, 18 novembre 2019
- - - - - -

BethYeshoua

Assemblée-Messianique

S'abonner

Shalom, Inscrivez-vous à l'une de nos newsletters
Recevoir captcha  Conditions d'utilisation
Vérifiez votre boite de réception. Si vous n'avez pas reçu de notification après votre inscription, écrivez-nous à

WhatsHelp Chat Button

A+ R A-
  • Bereshit - A un commencement

    La parasha dans un contexte messianique

  • Téléchargement libre en PDF

    Téléchargez nos documents PDF (optimisé pour Chrome)

  • Connectez-vous

    Inscription ou connection à tout moment

  • Notre chaîne multimédia

    Toutes nos vidéos par catégorie

  • Comptoir d'église

    Nos livres et nos produits d'Israël (en construction)

Messianiques Francophones Unis

Suivez-nous sur Youtube

War-Room en ligne - Groupe de prière et d'intercession par Skype

La parasha messianique pour les nuls

GTranslate

frarnlendeiwitplptruesyi

Faites un don ou une offrande

Paiement international PayPal pour ASBLVIM 

La Voix de l'Israël Messianique

Objet-paiement

Commentaires

 

POUR BETHYESHOUA

Paiement virement international Fortis Banque  :  
BIC :  GEBABEBB   - IBAN : BE88 0014 7562 6341
En objet : don/offrande

__________________________________________

POUR WEBMASTER (Soutien COURS D'HEBREU, GESTION DU SITE)

- Paiement virement international Belfius Banque :

BIC : GKCCBEBB  - IBAN : BE68 0630 1537 4434

En objet : don/offrande pour la gestion du site et des cours d'hébreu

- Paiement par PayPal :  

Votre participation volontaire

Evénements proches

Lun Nov 18
20 Cheshvan 5780
Mar Nov 19
21 Cheshvan 5780
Mer Nov 20
22 Cheshvan 5780
Jeu Nov 21
23 Cheshvan 5780
Ven Nov 22
24 Cheshvan 5780
Sam Nov 23
25 Heshvan 5780 PARASHAT 05 HAYE SARAH
Sam Nov 23 @16:00 - 06:00PM
Service de Shabbat
Dim Nov 24
26 Cheshvan 5780
Lun Nov 25
27 Cheshvan 5780
Mar Nov 26
28 Cheshvan 5780

Custom Facebook Display

Cliquez ici pour Abonnez-vous

1 Corinthiens chapitre 15

Version Bible
Livre
Chapitre
1
Ora, fratelli, vi dichiaro l’evangelo che vi ho annunziato, e che voi avete ricevuto e nel quale state saldi,
2
e mediante il quale siete salvati, se ritenete fermamente quella parola che vi ho annunziato, a meno che non abbiate creduto invano.
3
Infatti vi ho prima di tutto trasmesso ciò che ho anch’io ricevuto, e cioè che Cristo è morto per i nostri peccati secondo le Scritture,
4
che fu sepolto e risuscitò a il terzo giorno secondo le Scritture,
5
e che apparve a Cefa e poi ai dodici.
6
In seguito apparve in una sola volta a piú di cinquecento fratelli, la maggior parte dei quali è ancora in vita, mentre alcuni dormono già.
7
Successivamente apparve a Giacomo e poi a tutti gli apostoli insieme.
8
Infine, ultimo di tutti, apparve anche a me come all’aborto.
9
Io infatti sono il minimo degli apostoli e non sono neppure degno di essere chiamato apostolo, perché ho perseguitato la chiesa di Dio.
10
Ma per la grazia di Dio sono quello che sono; e la sua grazia verso di me non è stata vana, anzi ho faticato piú di tutti loro non io però, ma la grazia di Dio che è con me.
11
Or dunque, sia io che loro, cosí predichiamo, e cosí voi avete creduto.
12
Ora, se si predica che Cristo è risuscitato dai morti, come mai alcuni di voi dicono che non c’è la risurrezione dei morti?
13
Se dunque non c’è la risurrezione dei morti, neppure Cristo è risuscitato.
14
Ma se Cristo non è risuscitato, è dunque vana la nostra predicazione ed è vana anche la vostra fede.
15
Inoltre noi ci troveremo ad essere falsi testimoni di Dio, poiché abbiamo testimoniato di Dio, che egli ha risuscitato Cristo, mentre non l’avrebbe risuscitato, se veramente i morti non risuscitano.
16
Se infatti i morti non risuscitano, neppure Cristo è stato risuscitato;
17
ma se Cristo non è stato risuscitato, vana è la vostra fede, voi siete ancora nei vostri peccati,
18
e anche quelli che dormono in Cristo sono perduti.
19
Se noi speriamo in Cristo solo in questa vita, noi siamo i piú miserabili di tutti gli uomini.
20
Ma ora Cristo è stato risuscitato dai morti, ed è la primizia di coloro che dormono.
21
Infatti, siccome per mezzo di un uomo è venuta la morte, cosí anche per mezzo di un uomo è venuta la risurrezione dei morti.
22
Perché, come tutti muoiono in Adamo, cosí tutti saranno vivificati in Cristo.
23
ma ciascuno nel proprio ordine: Cristo la primizia, poi coloro che sono di Cristo alla sua venuta.
24
Poi verrà la fine, quando rimetterà il regno nelle mani di Dio Padre, dopo aver annientato ogni dominio, ogni potestà e potenza.
25
Bisogna infatti che egli regni, finché non abbia messo tutti i nemici sotto i suoi piedi.
26
L’ultimo nemico che sarà distrutto è la morte.
27
Dio infatti ha posto ogni cosa sotto i suoi piedi. Quando però dice che ogni cosa gli è sottoposta, è chiaro che ne è eccettuato colui che gli ha sottoposto ogni cosa.
28
E quando ogni cosa gli sarà sottoposta, allora il Figlio sarà anch’egli sottoposto a colui che gli ha sottoposto ogni cosa, affinché Dio sia tutto in tutti.
29
Altrimenti che faranno quelli che sono battezzati per i morti? Se i morti non risuscitano affatto, perché dunque sono essi battezzati per i morti?
30
Perché siamo anche noi in pericolo ad ogni ora?
31
Io muoio ogni giorno per il vanto di voi, che ho in Cristo Gesú nostro Signore.
32
Se ho combattuto in Efeso con le fiere per motivi umani, che utile ne ho io? Se i morti non risuscitano, mangiamo e beviamo, perché domani morremo.
33
Non vi ingannate; le cattive compagnie corrompono i buoni costumi.
34
Ritornate ad essere sobri e retti e non peccate, perché alcuni non hanno conoscenza di Dio; lo dico a vostra vergogna.
35
Ma dirà qualcuno: »Come risuscitano i morti, e con quale corpo verranno?«.
36
Stolto! Quello che tu semini non è vivificato, se prima non muore.
37
E quanto a quello che semini, tu non semini il corpo che ha da nascere, ma un granello ignudo, che può essere di frumento o di qualche altro seme.
38
E Dio gli dà un corpo come ha stabilito, e a ciascun seme dà il suo proprio corpo.
39
Non ogni carne è la stessa carne; ma altra è la carne degli uomini, altra la carne delle bestie, altra la carne dei pesci, altra la carne degli uccelli.
40
Vi sono anche dei corpi celesti, e dei corpi terrestri, ma altra è la gloria dei celesti, altra quella dei terrestri.
41
Altro è lo splendore del sole, altro lo splendore della luna ed altro lo splendore delle stelle, perché una stella differisce da un’altra stella in splendore.
42
Cosí sarà pure la risurrezione dei morti; il corpo è seminato corruttibile e risuscita incorruttibile.
43
E’ seminato ignobile e risuscita glorioso; è seminato debole e risuscita pieno di forza.
44
E’ seminato corpo naturale, e risuscita corpo spirituale. Vi è corpo naturale, e vi è corpo spirituale.
45
Cosí sta anche scritto: »Il primo uomo, Adamo, divenne anima vivente« ma l’ultimo Adamo è Spirito che dà la vita.
46
Ma lo spirituale non è prima bensí prima è il naturale, poi lo spirituale.
47
Il primo uomo, tratto dalla terra, è terrestre; il secondo uomo, che è il Signore, è dal cielo.
48
Qual è il terrestre tali sono anche i terrestri; e qual è il celeste, tali saranno anche i celesti.
49
E come abbiamo portato l’immagine del terrestre, porteremo anche l’immagine del celeste.
50
Or questo dico, fratelli, che la carne e il sangue non possono ereditare il regno di Dio; similmente la corruzione non eredita l’incorruttibilità.
51
Ecco, io vi dico un mistero: non tutti morremo, ma tutti saremo mutati in un momento,
52
in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba; la tromba infatti suonerà, i morti risusciteranno incorruttibili e noi saremo mutati,
53
poiché bisogna che questo corruttibile rivesta l’incorruttibilità e questo mortale rivesta l’immortalità.
54
Cosí quando questo corruttibile avrà rivestito l’incorruttibilità e questo mortale avrà rivestito l’immortalità, allora sarà adempiuta la parola che fu scritta: »La morte è stata inghiottita nella vittoria«.
55
O morte, dov’è il tuo dardo? O inferno, dov’è la tua vittoria?
56
Ora il dardo della morte è il peccato, e la forza del peccato è la legge.
57
Ma ringraziato sia Dio che ci dà la vittoria per mezzo del Signor nostro Gesú Cristo.
58
Perciò, fratelli miei carissimi, state saldi, irremovibili, abbondando del continuo nell’opera del Signore, sapendo che la vostra fatica non è vana nel Signore.

FORUM - Derniers messages

  • Pas de messages à afficher

Qui est en ligne ?

Nous avons 458 invités et aucun membre en ligne