Top Panel
samedi, 27 novembre 2021
- - - - - -

BETH YESHOUA ENSEIGNEMENTS

ASSEMBLEE MESSIANIQUE

Table des matières de l'article (AutoAnchor Menu)

A+ R A-

Suivez-nous sur Youtube

La parasha messianique pour les nuls

GTranslate

frarnlendeiwitplptruesyi

Faites un don ou une offrande

Paiement international PayPal pour ASBLVIM 

La Voix de l'Israël Messianique

Objet-paiement

Commentaires

 

POUR BETHYESHOUA

Paiement virement international Fortis Banque  :  
BIC :  GEBABEBB   - IBAN : BE88 0014 7562 6341

Paiement virement international WesternUnion 

Par Western Union :
Pays : BELGIQUE
Banque BELFIUS
BIC :  GEBABEBB   - IBAN : BE88 0014 7562 6341

ASBL VIM

Rue de Baume, 239

BE 7100 La Louvière 
En objet : don/offrande

__________________________________________

POUR WEBMASTER (Soutien COURS D'HEBREU, GESTION DU SITE)

- Paiement virement international Belfius Banque :

BIC : GKCCBEBB  - IBAN : BE68 0630 1537 4434

En objet : don/offrande pour la gestion du site et des cours d'hébreu

- Paiement par PayPal :  

Votre participation volontaire

Evénements proches

Sam Nov 27 @13:30 - 03:30PM
Parasha Vayeshev
Sam Nov 27 @16:00 - 06:00PM
Message Shabbat Thomas M. (Pas de culte en présence - Message en Live)
Dim Nov 28 @17:00 - 06:30PM
1er allumage des bougies (Synagogue Waterloo)
Dim Nov 28 @17:42 - 05:42PM
Hanouccah
Lun Nov 29 @17:42 - 05:42PM
Hanouccah
Cliquez ici pour Abonnez-vous

Job chapitre 34

Version Bible
Livre
Chapitre
1
Elihu riprese a parlare e disse:
2
»Ascoltate, o saggi, le mie parole, e voi, dotti, prestatemi orecchio!
3
Poiché l’orecchio esamina le parole, come il palato assapora i cibi.
4
Scegliamo noi stessi ciò che è giusto, riconosciamo fra noi ciò che è buono.
5
Poiché Giobbe ha detto: Sono giusto ma Dio ha tolto via la mia giustizia.
6
Dovrei mentire contro la mia giustizia? La mia ferita è incurabile, benché sia senza peccato".
7
Chi è come Giobbe, che beve la derisione come l’acqua,
8
che cammina in compagnia dei malfattori e vada assieme ai malvagi?
9
Poiché ha detto: »Non giova nulla all’uomo riporre il proprio diletto in DIO
10
Ascoltatemi dunque, o uomini di senno! Lungi da Dio l’iniquità e dall’Onnipotente la malvagità!
11
Poiché egli rende all’uomo secondo le sue opere e fa trovare a ognuno il salario della sua condotta.
12
Certamente Dio non compie il male e l’Onnipotente non sovverte la giustizia.
13
Chi gli ha affidato la cura della terra, o chi lo ha costituito sul mondo intero?
14
Se Dio dovesse decidere in cuor suo di ritirare a sé il suo Spirito e il suo soffio,
15
ogni carne perirebbe assieme, e l’uomo ritornerebbe in polvere,
16
Se hai intendimento, ascolta questo, porgi orecchio a ciò che ti dico.
17
Uno che odia la giustizia potrebbe governare? Osi tu condannare il Giusto, il Potente?
18
Lui che dice a un re, »Sei spregevole« e ai principi: »Siete malvagi«.
19
Ma egli non usa alcuna parzialità con i grandi né considera il ricco piú del povero, perché sono tutti opera delle sue mani.
20
In un attimo, essi muoiono nel cuore della notte la gente è scossa e scompare, i potenti son portati via senza mano d’uomo.
21
Poiché egli tiene gli occhi sulle vie dell’uomo, e vede tutti i suoi passi.
22
Non vi sono tenebre né ombra di morte, dove possano nascondersi i malfattori.
23
Dio infatti non ha bisogno di osservare a lungo un uomo prima di farlo comparire davanti a sé in giudizio.
24
Egli fiacca i potenti senza fare inchiesta e ne mette altri al loro posto.
25
Poiché conosce le loro opere, li abbatte nella notte e sono distrutti;
26
li colpisce come gente malvagia alla vista di tutti.
27
perché si sono allontanati da lui senza prestare attenzione alle sue vie,
28
fino a far giungere a lui il grido a del povero, perché egli ode il grido degli afflitti.
29
Quando Dio dà tranquillità, chi lo condannerà? Quando nasconde il suo volto, chi potrà vederlo, sia contro un’intera nazione o un sol uomo,
30
per impedire all’empio di regnare e al popolo di essere preso da lacci?
31
Può uno dire a Dio: »Io porto la mia pena non farò piú il male;
32
mostrami ciò che non riesco a vedere; se ho commesso qualche iniquità, non lo farò piú"?
33
Dovrebbe egli ricompensare in base alle tue condizioni, perché tu rifiuti il suo giudizio? Tu devi scegliere e non io; perciò di ciò che sai.
34
La gente assennata, come ogni uomo saggio che mi ascolta, mi dirà:
35
"Giobbe parla senza intendimento, le sue parole sono prive di sapienza
36
Sia dunque Giobbe provato sino alla fine, perché le sue risposte sono come quelle degli uomini malvagi,
37
perché aggiunge al suo peccato la ribellione, batte le mani in mezzo a noi e moltiplica le sue parole contro Dio«.

Qui est en ligne ?

Nous avons 898 invités et aucun membre en ligne