Job 1:11
Ma stendi la tua mano e tocca tutto ciò che possiede e vedrai se non ti maledice in faccia«.
Job 19:20
Le mie ossa si attaccano alla mia pelle e alla mia carne e non mi è rimasto che la pelle dei denti.
Job 19:21
Pietà di me, pietà di me, almeno voi amici miei, perché la mano di Dio mi ha colpito.
1 Chroniques 21:17
Davide disse a DIO: »Non sono forse stato io a ordinare il censimento del popolo? Sono stato io a peccare e a fare il male, ma costoro, il gregge, che cosa hanno fatto? Ti prego, o Eterno, DIO mio, si volga la tua mano contro di me e contro la casa di mio padre, ma non colpisca il tuo popolo con questa calamità«.
Psaumes 32:3
Mentre tacevo, le mie ossa si consumavano tra i gemiti che facevo tutto il giorno.
Psaumes 32:4
Poiché giorno e notte la tua mano pesava su di me, il mio vigore era diventato simile all’arsura d’estate. (Sela)
Psaumes 38:2-7
2
Poiché le tue frecce mi hanno trafitto, e la tua mano mi schiaccia.
3
Non c’è nulla di sano nella mia carne, a causa della tua ira; non c’è requie alcuna nelle mie ossa, a causa del mio peccato.
4
Le mie iniquità infatti superano il mio capo; sono come un grave carico, troppo pesante per me.
5
Le mie piaghe sono fetide e purulenti per la mia follia.
6
Sono tutto ricurvo e abbattuto, vado in giro tutto il giorno facendo cordoglio,
7
perché i miei lombi sono pieni d’infiammazione, e non vi è nulla di sano nella mia carne.
Psaumes 39:10
Allontana da me il tuo flagello; io vengo meno sotto i colpi della tua mano.
Job 2:9
Allora sua moglie gli disse: »Rimani ancora fermo nella tua integrità? Maledici DIO e muori!«.
Job 1:5
Quando la serie dei giorni di banchetto era terminata. Giobbe li andava a chiamare per purificarli, si alzava al mattino presto e offriva olocausti secondo il numero di tutti loro, perché Giobbe pensava: »Può darsi che i miei figli abbiano peccato e abbiano bestemmiato DIO nel loro cuore«. Cosí faceva Giobbe ogni volta.
Job 1:11
Ma stendi la tua mano e tocca tutto ciò che possiede e vedrai se non ti maledice in faccia«.
Lévitique 24:15
Parla quindi ai figli d’Israele e di’ loro: »Chiunque maledice il suo DIO, porterà la pena del suo peccato.
Esaïe 8:21
Si aggirerà per il paese affranto e affamato; e quando sarà affamato si irriterà e maledirà il suo re e il suo DIO. Volgerà lo sguardo in alto,